Archivio degli autori giusy

Digiusy

Un corpo scolpito e tonico: glutei e chirurgia plastica

Grazie alle modelle curvy e al movimento ispirato alla body positivity, abbiamo riscoperto che la bellezza di un corpo femminile risiede nelle sue forme, qualunque esse siano. L’eccessiva magrezza non è più di moda, neanche in passerella. E poi, come negare che le dive del passato, con i loro fisici morbidi e “a clessidra”, fossero certamente molto attraenti?

Ci sono sempre più donne che, per stare bene con se stesse e donare al proprio fisico tutti i vantaggi di una rinnovata armonia, si sottopongono ad interventi di chirurgia volti ad aumentare le dimensioni dei glutei, oppure a rimodellarne la forma. Questo focus sarà dedicato alle diverse opzioni attualmente disponibili.

Intervento ai glutei: a chi è rivolto

Il sollevamento dei glutei è scelto da chi ha le natiche cadenti, a causa di scarso esercizio fisico oppure per la propria particolare costituzione. Questa operazione è particolarmente indicata anche per coloro che hanno seguito una dieta, perdendo molto peso. I tessuti, infatti, non sempre hanno l’elasticità necessaria per “rispondere” a eventuali allenamenti in palestra. Potrebbe servire un “aiutino” in più.

Per quanto riguarda invece il riempimento dei glutei con protesi, si tratta di un’operazione che soddisferà i desideri di coloro che hanno le natiche troppo piccole o comunque di una forma poco proporzionata al resto del corpo.

La scelta delle protesi

Così come accade per le protesi per il seno, anche le protesi destinate ai glutei sono realizzate in silicone. Rispetto alle prime, però, sono prodotte con una combinazione di materiali che le rende molto più resistenti. Inoltre, la loro forma è studiata per donare al sedere una forma piena e tonica, ma comunque naturale.

Il compito di queste protesi è quello di “simulare” l’aspetto e la consistenza di un muscolo. Per assicurare ai pazienti un’ottima riuscita dell’intervento, è necessario optare per prodotti di ultima generazione, come le protesi che contengono particolari punti caratterizzati da radiopacità (anche denominata radiodensità). Questa particolare caratteristica permette al medico di rilevare con esattezza, e con una semplice lastra, la posizione della protesi durante le visite di controllo.

Intervento e decorso post-operatorio

Questa tipologia di interventi è sicura e piuttosto rapida. Le protesi ai glutei possono essere impiantate in pazienti di tutte le età. L’operazione vera e propria dura da una a tre ore, mentre la medicazione sulla cicatrice viene rimossa dopo circa una settimana. Inoltre – e questa è davvero una buona notizia – la cicatrice risulta praticamente invisibile. I tagli e le suture vengono infatti eseguiti nel solco tra i glutei, e la protesi è inserita sotto il muscolo.

Gli interventi con lipofilling e acido ialuronico

Il vantaggio dell’uso di un filler è che non c’è bisogno di sottoporsi a un vero e proprio intervento chirurgico. Questo metodo presenta alcune limitazioni. Ad esempio, non sarà possibile eseguirlo su pazienti troppo magre, in quanto si basa sullo spostamento del tessuto adiposo presente nelle zone adiacenti ai glutei.

L’acido ialuronico non solo è molto costoso, ma i suoi effetti hanno una durata di pochi mesi, quindi molto breve. Questa tipologia di intervento non garantisce certo il risultato duraturo che invece offrono le protesi ai glutei in silicone, realmente un gamechanger nel mondo della chirurgia estetica.